fondazione proPosta
fondazione proPosta

FRANCOBOLLI DI MARCONI UGUALI ... MA DIVERSI


Nel catalogo filatelico del 1995 spicca l'emissione congiunta di 5 francobolli praticamente uguali emessi, per il centenario della radio, dalle Poste di Italia, Repubblica di San Marino, Cittá del Vaticano, Irlanda e Germania. Perchè proprio da questi 5 paesi? Italia, San Marino e Vaticano per la loro vicinanza non sono invero nuovi ad iniziative comuni. Per quanto riguarda il Vaticano va poi aggiunto il legame speciale con Guglielmo Marconi. È lui stesso infatti ad introdurre personalmente nel 1931 la prima trasmissione radiofonica di un Pontefice (Pio XI) annunciando al microfono:

<<Con l'aiuto di Dio, che tante misteriose forze della natura mette a disposizione dell'umanità, ho potuto preparare questo strumento che procurerà ai fedeli di tutto il mondo la consolazione di udire la voce del Santo Padre>>.

Oggi ci sembra una cosa del tutto normale ma a quel tempi è un evento di portata storica davvero straordinaria.
Molto forti anche i legami del grande scienziato bolognese con l'Irlanda. La mamma di Marconi, Annie Jameson, è infatti irlandese, fra l'altro nipote del fondatore delle omonime distillerie di whiskey. Ora, quando il giovane Guglielmo, ventunenne, viene liquidato come un pazzoide dal Ministro delle Poste, al quale si rivolge per chiedere finanziamenti per il suo telegrafo senza fili, non si perde d'animo e decide di partire appunto per l'Irlanda confidando di avere più fortuna (1896). Ed è proprio in quel paese che due anni più tardi (1898) avviene la prima trasmissione senza fili sul mare fra Ballycastle e l'Isola di Rathlin.
Infine il quinto francobollo della serie è stato emesso dalle Poste tedesche che credo abbiamo voluto con questa iniziativa riconoscere il carattere universale del Genio di Guglielmo Marconi.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Fondazione proPosta Via Barberini 36 00187 Roma