fondazione proPosta
fondazione proPosta

Adriano Olivetti e l'Azienda

Nel panorama italiano del dopoguerra c’è stato uno spazio ideale, un momento di particolare rilievo per quel settore tecnologico che in seguito sarebbe diventato una componente irrinunciabile per tutta la società moderna: il trattamento automatico delle informazioni, l’informatica.
In questo settore, allora in piena evoluzione, la presenza sul territorio nazionale della Olivetti di Ivrea ha rappresentato un momento di massima eccellenza.
L’Olivetti, quella di Adriano Olivetti, era una punta di diamante dal punto di vista tecnologico con in più l’introduzione dell’idea innovativa di una stretta connessione fra design e oggetto prodotto, rappresentava un nuovo paradigma nell’organizzazione e nella gestione del lavoro e del personale nell’ambito industriale. 

L'Olivetti, era il luogo dove poeti, scrittori e letterati rivestivano al pari dei tecnici ruoli di responsabilità, dove la cultura umanistica viaggiava di pari passo con quella scientifica.
L'azienda così strutturata era il frutto dell'idea di Adriano Olivetti di una “impresa socialmente responsabile”, capace di far sentire ogni singolo lavoratore consapevole di contribuire con la propria presenza e con il proprio lavoro ad una idea importante ed innovativa; il luogo dove la dimensione umana e culturale avevano un peso primario nella giornata aziendale, anche nella relazione tra dipendenti e datore di lavoro; un sistema uomo-azienda lontano mille miglia dal modello della catena di montaggio di fordiana memoria.
Nel 1957 un lavoratore Olivetti riceveva uno stipendio pari a 60.000 lire al mese, notevolmente superiore alle 40.000 lire della media del settore, considerando inoltre i benefit messi a disposizione dall’azienda in termini di assistenza e di servizi sociali, la qualità di vita di un dipendente Olivetti risultava molto superiore a quella degli addetti di altre industrie dello stesso segmento.

 


                                                                   (a cura di Alessandro Burgognoni)

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Fondazione proPosta Via Barberini 36 00187 Roma